Gli incentivi europei per start-up e PMI

Home Il Blog Diritto commerciale e societario Gli incentivi europei per start-up e PMI

Gli incentivi europei per start-up e PMI

Gli incentivi europei per start-up e PMI

(Guida aggiornata a giugno 2021)

L’Unione Europea mette a disposizione delle start-up e delle PMI incentivi sotto forma di finanziamenti o contributi a fondo perduto.

Vediamo i più importanti.

1) Cultura Crea 2.0

Cultura Crea 2.0, misura promossa dal Ministero della Cultura, sostiene la nascita e la crescita di imprese – quindi anche start-up – e iniziative no profit nel settore turistico – culturale, in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, con i seguenti incentivi:

  1. “Creazione di nuove imprese nell’industria culturale”, che sostiene:
    • le micro, piccole e medie imprese (MPMI) dell’industria culturale costituite negli ultimi 36 mesi, comprese le cooperative e i team di persone fisiche che vogliono costituire un’impresa, che presentino programmi di spesa fino a 400.000 euro per la creazione o l’introduzione di determinati prodotti o servizi;
    • tramite un finanziamento agevolato a tasso zero, fino al 40% della spesa ammessa e un contributo a fondo perduto fino al 40%della spesa ammessa.
  2. “Sviluppo delle imprese dell’industria culturale e turistica”, che sostiene:
    • lo sviluppo e il consolidamento delle MPMI dell’industria culturale, turistica, creativa, dello spettacolo e del settore manifatturiero tipico locale, che presentino programmi di spesa fino a 500.000 euro per la creazione o l’introduzione di determinati prodotti o servizi;
    • tramite:
      • un finanziamento agevolato a tasso zero fino al 60% della spesa ammessa, elevabile al 65% in caso di impresa femminile, o impresa giovanile o in possesso del rating di legalità.
      • un contributo a fondo perduto fino al 20% della spesa ammessa, elevabile al 25% in caso di impresa femminile, o impresa giovanile o in possesso del rating di legalità.
  3. “Sostegno ai soggetti del terzo settore dell’industria culturale”, che incentiva:
    • lo sviluppo e il consolidamento di imprese e di altri soggetti del terzo settore nelle attività collegate alla gestione di beni, di servizi e attività culturali lo sviluppo, che presentino programmi di spesa fino a 400.000 euro in determinate aree d’intervento;
    • tramite un contributo a fondo perduto fino all’80% della spesa ammessa, elevabile al 90% in caso di impresa femminile, o impresa giovanile o in possesso del rating di legalità.
  • Per presentare subito la domanda, cliccate qui.
  • Scadenza del bando: fino all’esaurimento delle risorse.

2) I bandi finanziati dal progetto Horizon 2020

a) DigiFed per Application Experiments

Questo bando mira a sostenere start-up, PMI e midcups con sede nell’Unione Europea, incentivandole a digitalizzare i loro prodotti e servizi e a raggiungere nuovi mercati. Le imprese devono operare in uno dei seguenti settori industriali:

  • CPS / Embedded systems
  • Smart applications
  • Artificial Intelligence
  • Connectivity/IoT
  • Additive manufacturing
  • Application-specific semiconductor technologies
  • Heterogeneous integration and smart miniaturized systems
  • Micro and nano bio-systems
  • The energy efficiency of systems

Il finanziamento stanziato è pari ad un massimo di € 55.000 (con un tasso di co-finanziamento pari al 70% del budget) per ogni applicazione e le imprese selezionate avranno a disposizione anche un supporto tecnico e aziendale personalizzato, per sviluppare la propria soluzione.

  • Per presentare subito la domanda, cliccate qui.
  • Scadenza del bando: 8 giugno 2021, h. 17.

b) EIC Accelerator

Il bando EIC Accelerator incentiva le start-up e PMI – in particolare quelle con donne impiegate in ruoli apicali – a sviluppare innovazioni rivoluzionarie nell’ambito del game-changing. In particolare:

  • Strategic Digital and Health technologies.
  • Green Deal innovations for the economic recovery.

Il finanziamento viene erogato attraverso:

  • contributi a fondo perduto fino a 2,5 milioni di euro, per i costi di sviluppo dell’innovazione;
  • investimenti fino ad € 15 milioni, gestiti dall’EIC Fund, per lo scale up dell’innovazione.

Inoltre, le imprese selezionate dall’EIC – che sceglieranno di aderire alla comunità EIC – riceveranno servizi di coachingmentoring e accesso agli investitori.

  • Per presentare subito la domanda, cliccate qui. Dovrete predisporre un video pitch, una presentazione in slides, e rispondere a una breve serie di domande sulla propria innovazione e sul team aziendale.
  • Scadenza del bando: 16 giugno 2021.

c) ZERO

ZERO è l’Acceleratore italiano della Rete Nazionale acceleratori di Cassa Depositi e Prestiti (CDP) che, con l’omonimo bando, intende supportare, per 3 anni,  la crescita di 30 start-up e PMI innovative italiane e internazionali, operanti nel settore clean technologies,che intendono sviluppare soluzioni ad impatto zero per l’ambiente, in uno seguenti settori: 

  • economia circolare;
  • prevenzione e riduzione degli sprechi;
  • nuove fonti energetiche;
  • stoccaggio e trasporto di energia;
  • cattura, stoccaggio e riutilizzo della CO2;
  • riduzione delle emissioni.

Il finanziamento consiste in:

  • un investimento di 80.000 euro per un’equity dal 5 al 10%;
  • la partecipazione ad un programma di accelerazione della durata di 5 mesi, con il supporto di mentor coach, corporate partner e investitori selezionati.
  • Per presentare subito la domanda, cliccate qui.
  • Scadenza del bando: 18 giugno 2021.

d) DIGITbrain

Il progetto DIGITbrain ha l’obiettivo di far accedere le start-up e le PMI alla Digital Twin Technology, una simulazione computerizzata che consente di razionalizzare il processo produttivo e prevedere i possibili guasti delle macchine o le esigenze di manutenzione.

In particolare, il progetto “Digital Product Brain” avrà lo scopo di:

  • memorizzare i dati durante l’intero ciclo di vita di una linea di produzione o di una macchina;
  • personalizzare e configurare le macchine/gli impianti di produzione per compiti di produzione molto specifici
  • consentire così un nuovo modello di produzione, il “Manufacturing-as-a-Service (MaaS), che permetterà la produzione di prodotti più specializzati, anche in piccole quantità e con modalità economicamente vantaggiose, su richiesta del cliente.

Questo bando, sostiene lo sviluppo di 7 esperimenti innovativi – mediante un un contributo massimo di 100.000 euro per ciascuno – proposti da consorzi composti da, almeno:

  • un end-user (startup o midcap del settore manifatturiero);
  • un technical partner (fornitori di tecnologia, organizzazioni di ricerca, High Performance Computing provider o Digital Innovation Hub) con sede negli Stati membri dell’UE o nei paesi associati a Horizon 2020.
  • Per presentare subito la domanda, cliccate qui.
  • Scadenza del bando: 30 giugno 2021, h. 17:00.

e) IMPACT EdTech

Il progetto IMPACT EdTech è rivolto a startup e PMI impegnate nell’affrontare, attraverso le tecnologie digitali, una delle seguenti sfide dei sistemi educativi:

  • educazione inclusiva, per combattere l’abbandono scolastico precoce o sostenere il miglioramento dei risultati scolastici;
  • apprendimento personalizzato, basato sull’intelligenza artificiale (AI), sull’analisi dell’apprendimento analitica, e su altre tecnologie emergenti, per supportare nuovi approcci pedagogici;
  • sviluppo delle competenze di bambini e insegnanti, con particolare attenzione allo sviluppo di STEM, Computional Thinking e altre competenze rilevanti al giorno d’oggi (pensiero critico, creatività, collaborazione, comunicazione).

Il bando aiuta le imprese ad immettere sul mercato soluzioni innovative in materia di Education Technology (EdTech), in uno dei seguenti filoni:

  • (A) School EdTech solutions.
  • (B) EdTech solutions for any age group and/or level of education 

Verranno selezionate 17 startup/PMI, per partecipare ad un percorso di incubazione e accelerazione di 9 mesi, diviso in due fasi:

  1. MVP Validation – Incubation: le imprese selezionate:
    1. saranno supportate per sviluppare un MVP (Minimum Viable Product), che verrà sottoposto a test da un pool di esperti nel campo dell’istruzione;
    1. riceveranno fino a € 87.388 per sovvenzionare tale fase. 
  2. Proof of Market – Acceleration8 imprese selezionate dalla fase 1 con i migliori MVP riceveranno:
    1. ulteriore supporto per immettere le loro soluzioni sul mercato;
    1. fino ad € 110.000 di sovvenzione dall’UE.
    1. Per presentare subito la domanda, cliccate qui.
    1. Scadenza del bando: 30 giugno 2021, h. 13:00.

f) Living Lab

I Living Lab sono ambienti che favoriscono l’innovazione, la creazione collaborativa e lo sviluppo di start-up e rappresentano un metodo moderno per testare nuove tecnologie e applicazioni in ambienti reali e controllati.

Con questo bando la Commissione Europea ha dato seguito alle manifestazioni di interesse per la creazione di Living Lab presso i laboratori JRC di ISPRA (Italia) e di Petten (Paesi Bassi).

Le start-up e PMI pubbliche e private selezionate, con sede negli Stati membri dell’UE, operanti nei settori dei trasporti intelligenti e dell’energia, avranno a disposizione un ambiente che simuli il contesto urbano, laboratori all’avanguardia e supporto tecnico, expertise scientifica e infrastrutture avanzate, per sviluppare soluzioni di mobilità del futuro comprendenti:

  • corse condivise ad hoc;
  • consegna automatica porta a porta;
  • connettività e comunicazione del veicolo (V2X);
  • navette automatizzate, robo-taxi;
  • soluzioni per veicoli puliti;
  • Soluzioni digitali per l’energia;
  • Ecc.

g) Get it

Il bando Get it seleziona un massimo di 30 team di innovatori e/o start-up che:

  • generino impatto sociale, culturale o ambientale;
  • abbiano al proprio interno almeno una persona di età inferiore ai 35 anni;

fornendo loro l’opportunità di:

  • prendere parte a un percorso di incubazione/accelerazione, consulenza e mentorship, dal valore di mercato complessivo compreso tra € 20.000 e € 25.000;
  • far parte del portafoglio di partecipazioni di FSVGDA, con importanti benefici in termini di visibilità e accesso ai canali di comunicazione di FSVGDA e di Cariplo Factory S.r.l., presenza a eventi dedicati, ecc;
  • competere con le migliori start-up che avranno completato i percorsi per l’accesso a un ulteriore investimento da parte di FSVGDA, compreso tra un min. di € 25.000 e un max di € 50.000.
  • Per presentare subito la candidature, cliccate qui.
  • Scadenza del bando: 27 settembre 2021

L’importanza di un supporto legale e fiscale

L’importanza di un supporto legale e fiscale

Come scegliere tra tutti questi incentivi?

Il nostro consiglio, soprattutto nelle prime fasi, è quello di affidarsi a professionisti seri, qualificati e con provata esperienza nell’attività di consulenza alle imprese, che vi guidino con sicurezza nella scelta delle modalità di finanziamento più sicure e in linea con la vostra strategia commerciale.

Il nostro Studio, grazie alla competenza e all’esperienza in tema di consulenza e assistenza alle start-up, sia in ambito legale che commerciale e societario:

  • fornisce a tutti gli imprenditori interessati ad avviare la propria start-up o a definire una business strategy ottimale, una consulenza e un’assistenza specifica nelle pratiche burocratiche e commerciali;
  • assiste i propri clienti nella fase di analisi del mercato, nella predisposizione del business plan e nella ricerca delle risorse economiche necessarie per finanziare la start-up;
  • affianca la società in ogni fase dello sviluppo, consigliando le migliori strategie commerciali e legali da attuare.

Contattateci immediatamente ai numeri 0683521985 o 3711453121, oppure scriveteci all’indirizzo info@studiolegalecoscia.it per una consulenza specifica

Potrebbero interessarti

15 Dicembre 2021

Incentivi europei per start-up/PMI: la guida aggiornata a dicembre 2021

Incentivi europei per start-up/PMI: la guida aggiornata a dicembre 2021

8 Dicembre 2021

Incentivi nazionali per start-up: la guida aggiornata a dicembre 2021

Incentivi nazionali per start-up: la guida aggiornata a dicembre 2021

3 Dicembre 2021

Economia circolare: una misura a sostegno della riconversione aziendale

Economia circolare: una misura a sostegno della riconversione aziendale