Incubatori delle start-up innovative: come funzionano?

Home Il Blog Diritto commerciale e societario Incubatori delle start-up innovative: come funzionano?

Incubatori delle start-up innovative: come funzionano?

Incubatori delle start-up innovative: come funzionano?

Con l’articolo 25 del Decreto Legge n. 179 del 2012 il Governo, oltre alle start-up innovative, ha riconosciuto al comma n°5 anche gli incubatori certificati, cioè quelle società di capitali con sede in Italia, costituite anche in forma cooperativa e iscritte nell’apposita sezione speciale del registro delle imprese, che offrono servizi diretti a sostenere la nascita, lo sviluppo e la stabilizzazione sul mercato delle start-up innovative.

L’attività di sostegno alle start-up innovative

Gli incubatori hanno la funzione di coadiuvare e supportare le start-up innovative nel loro percorso di crescita:

  1. mettendo a loro disposizione strutture, locali e attrezzature adeguate ad accoglierle e a svolgere la propria attività (es.: sistemi di accesso in banda ultralarga alla rete internet, sale riunioni, macchinari per test, prove o prototipi, ecc.);
  2. fornendo un supporto costante in tema di business model, marketing, ecc., tramite i propri consulenti ed esperti in materia d’innovazione e sviluppo;
  3. mettendole in contatto con università, centri di ricerca, istituzioni pubbliche e partner finanziari (business angels, venture capitalist, ecc.), che svolgano attività e progetti collegati alle start-up innovative.

Gli incubatori certificati

Tutte le società possono svolgere tali attività (ad oggi in Italia se ne contano più di 160), ma solo quelle in possesso di determinati requisiti stabiliti da Decreto del MISE  del 22.12.2016 (clicca qui per leggerlo) possono ottenere lo status di incubatore certificato iscritto nella sezione speciale del registro delle imprese e godere delle relative agevolazioni.

Attualmente, in Italia, gli incubatori certificati iscritti nel registro speciale sono 45, di cui 8 solamente in Lombardia, 6 in Piemonte e 5 nel Lazio, tutti nella città di Roma (clicca qui per aprire l’elenco).

Il possesso di tali requisiti – di cui abbiamo parlato in un altro articolo (clicca qui per leggerlo) – viene monitorato annualmente dal MISE e questo dovrebbe rappresentare le start-up innovative la garanzia di affidabilità e serietà.

Tuttavia, tre anni fa Wired.it ha documentato lo “stato di salute” degli incubatori di start-up, evidenziando una situazione instabile e abbastanza preoccupante, soprattutto dal punto di vista economico-finanziario e in merito al reale supporto fornito ai neo imprenditori (clicca qui per leggere l’articolo).

L’importanza del supporto legale

Il nostro consiglio, soprattutto nel caso in cui la start-up intenda avvalersi del supporto di un incubatore, è quello di sceglierne uno tra quelli certificati iscritti nel registro speciale, che sia in grado di rispondere maggiormente alle vostre esigenze e abbia una rete di contatti seri e realmente interessati al vostro progetto.

Contestualmente, non può mancare il supporto di consulenti d’impresa esperti (avvocati, commercialisti, ecc.), che siano in grado di consigliarvi e assistervi in una fase cruciale come quella iniziale.

Il nostro Studio legale, grazie alla competenza e all’esperienza in tema di consulenza e assistenza alle start-up, sia in ambito legale che commerciale e societario:

  • fornisce a tutti gli imprenditori interessati ad avviare la propria start-up o a definire una business strategy ottimale, una consulenza e un’assistenza specifica nelle pratiche burocratiche e commerciali;
  • assiste i propri clienti nella fase di analisi del mercato, nella predisposizione del business plan e nella ricerca delle risorse economiche necessarie per finanziare la start-up;
  • affianca la start-up in ogni fase dello sviluppo, assistendo l’imprenditore nella scelta dell’incubatore certificato più idoneo alle sue esigenze e nei rapporti legali con quest’ultimo.

Contattateci immediatamente ai numeri 0683521985 o 3711453121, oppure scriveteci all’indirizzo info@studiolegalecoscia.it per una consulenza specifica.

Potrebbero interessarti

13 Novembre 2022

Incentivi nazionali per start-up e PMI: la guida aggiornata a novembre 2022

Incentivi nazionali per start-up e PMI: la guida aggiornata a novembre 2022

5 Novembre 2022

“Concerie”: l’incentivo per le imprese conciarie che intendano accrescere la propria competitività

“Concerie”: l’incentivo per le imprese conciarie che intendano accrescere la propria competitività

1 Ottobre 2022

Incentivi nazionali per start-up e PMI: la guida aggiornata ad ottobre 2022

Incentivi nazionali per start-up e PMI: la guida aggiornata ad ottobre 2022