Marchi+ 2021: il Bando del Mise per le micro, piccole e medie imprese

Home Il Blog Diritto commerciale e societario Marchi+ 2021: il Bando del Mise per le micro, piccole e medie imprese

Marchi+ 2021: il Bando del Mise per le micro, piccole e medie imprese

Marchi+ 2021: il Bando del Mise per le micro, piccole e medie imprese

Il Mise (Ministero dello Sviluppo Economico) ha messo in atto delle misure con le quali sostenere le imprese di micro, piccola e media dimensione nell’ambito della tutela dei marchi all’estero.

L’iniziativa risponde al nome di Marchi+ 2021 e, per accedere, è necessario partecipare al bando promosso dalla Direzione Generale per la Tutela della Proprietà Industriale – UIBM del MISE e gestito da Unioncamere.

L’obiettivo primario è quello di sostenere la capacità competitiva e innovativa delle aziende italiane all’estero, valorizzando l’ingegnosità produttiva del “Bel Paese”.

Marchi+ 2021: criteri per l’accesso al bando

Per acquisire i servizi specialistici previsti dal bando Marchi+ 2021 è necessario rispettare le due misure previste in base alle agevolazioni alle quali si vuole accedere:

  • Misura A: per favorire la registrazione di marchi dell’Unione Europea;
  • Misura B: per incentivare la registrazione di marchi internazionali.

Per richiedere informazioni approfondite e/o ricevere assistenza per l’accesso al bando potete contattare noi dello Studio Legale Coscia, che saremo lieti di fissare un primo incontro conoscitivo; Potete telefonare ai numeri (+39) 0683521985 e (+39) 371.145312, o scrivere via email a info@studiolegalecoscia.it.

Alla data di presentazione della domanda l’azienda, per accedere alle due diverse possibilità, deve:

  1. Misura A: a decorrere dal 1° giugno 2018, aver depositato presso l’EUIPO (l’ufficio europeo della proprietà industriale) la domanda di registrazione del marchio oggetto dell’agevolazione ed aver pagato le relative tasse di deposito; inoltre, deve aver ottenuto il certificato di registrazione del marchio dell’Unione Europea oggetto della domanda prima di presentare la domanda di partecipazione);
  2. Misura B: sempre con decorrenza dal  1° giugno 2018, l’impresa deve aver effettuato almeno una delle seguenti attività:
    • Aver depositato presso l’OMPI (Organizzazione mondiale della proprietà industriale) la domanda di registrazione di un marchio già registrato a livello nazionale presso UIBM o di un marchio dell’Unione Europea già registrato presso l’EUIPO e aver pagato le relative tasse;Aver depositato presso OMPI la domanda di registrazione di un marchio per il quale è già stata depositata domanda di registrazione presso UIBM o EUIPO ed aver ottemperato al pagamento delle tasse di registrazione;Aver depositato la domanda di designazione successiva di un marchio registrato presso OMPI ed aver provveduto al pagamento delle tasse di registrazione. Inoltre, dovrà aver ottenuto la pubblicazione della domanda di registrazione sopraindicata, sul registro internazionale dell’OMPI (Madrid Monitor) del marchio oggetto della domanda. Suddetta pubblicazione deve essere antecedente alla presentazione della domanda di partecipazione.

Le risorse finanziarie del bando Marchi+  2021

Il bando Marchi+ 2021 dispone di un importo totale pari a 3 milioni di Euro, suddivisi in specifici importi a seconda della Misura alla quale si accede e del servizio. Nel caso della Misura A le agevolazioni sono concesse nella misura del50% per le spese sostenute per le tasse di deposito e dell’80% delle spese ammissibili per l’acquisizione di servizi specialistici, nel rispetto degli importi massimi previsti per ciascuna tipologia ed entro l’importo massimo stabilito per marchio, che ammonta a 6.000,00 €. Vediamo nel dettaglio la suddivisione degli importi, con indicazione dell’importo massimo:

  1. Progettazione della Rappresentazione: 1.500,00 €;
  2. Assistenza per il deposito: 300,00 €;
  3. Ricerche di anteriorità: nel caso di marchi italiani, dell’Unione europea e internazionali estesi all’Italia l’importo ammonta a 550,00 €, invece se la ricerca è tra i marchi italiani dell’Unione europea e internazionali estesi a tutti i paesi della UE, l’importo ammonta a 1.500,00 €;
  4. Assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta a opposizioni seguenti al deposito della domanda di registrazione: 1.500,00 €;
  5. Tasse di deposito: 50% del costo sostenuto.

Per la Misura B le agevolazioni sono concesse all’80% (90% per USA e Cina), sempre in riferimento alle spese ammissibili sostenute per l’acquisto dei servizi specialistici, nel rispetto degli importi massimi previsti per ogni tipologia ed entro l’importo massimo complessivo per marchio che ammonta a 8.000,00 €. Di seguito gli importi massimi per ciascun servizio:

  1. Progettazione della Rappresentazione: 1.500,00 € (1.650,00 USA e Cina);
  2. Assistenza per il deposito: 300,00 € (350,00 USA e Cina);
  3. Ricerche di anteriorità:
    • Tra i marchi italiani, dell’Unione europea e internazionali estesi all’Italia: 550,00 € (650,00 € per USA e Cina);
    • Tra i marchi italiani, dell’Unione europea e internazionali estesi a tutti i paesi della UE: 1.500,00 € (1.800,00 per USA e Cina);
    • Per ciascun Paese non UE: 600,00€ (700,00 € per USA e Cina).
  4. Assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta a opposizioni/rilievi seguenti al deposito della domanda di registrazione:
    • Assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta a opposizioni seguenti al deposito della domanda di registrazione: 1.500,00 € (1.800,00 € per USA e Cina);
    • Assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta a rilievi degli uffici nazionali seguenti al deposito della domanda di registrazione: 500,00 € per singolo rilievo (600,00 € singolo rilievo per USA e Cina).
  5. Tasse di registrazione: 80% del costo sostenuto (90% per USA e Cina).

Criteri di ammissibilità a Marchi+

Ai fini dell’ammissione al bando, tutte le spese (incluse le tasse di deposito/registrazione sostenute presso EUIBM/EUIPO/OMPI) devono essere sostenute a partire dal 1° giugno 2018 e comunque devono essere antecedenti alla presentazione della domanda di agevolazione.

Per uno stesso marchio si possono cumulare le agevolazioni della Misura A e della Misura B ed è possibile redigere una sola domanda per entrambi. Nel caso in cui un’impresa faccia richiesta di agevolazioni per più marchi, dovrà presentare una domanda per ciascuno, ma il totale delle richieste ammonta a un massimo di 20 mila Euro. È necessario, inoltre, verificare il possesso dei requisiti indicati all’art.3 del bando.

La domanda di ammissione si deve compilare attraverso la piattaforma dedicata (clicca qui per accedere) e potrà essere presentata a partire dalle ore 9:30 del 19 ottobre 2021 fino ad esaurimento delle risorse disponibili. Infine, per compilare la richiesta è necessario:

  • Essere in possesso di SPID;
  • Dotarsi di firma digitale;
  • Disporre di un indirizzo PEC valido e attivo.

Una volta terminata la procedura verrà assegnato un protocollo elettronico. Le richieste saranno esaminate in base all’ordine cronologico di presentazione, verranno valutate in base ai criteri stabiliti e non in base a una graduatoria.

Considerata l’importanza di questa misura, il nostro consiglio è di iniziare a verificare il possesso dei requisiti richiesti e di preparare già la documentazione necessaria per riuscire a inviare la richiesta già il primo giorno, in quanto il precedente bando “Marchi+ 3”è stato sospeso dopo solo 4 minuti dall’avvio per esaurimento delle risorse disponibili (clicca qui per accedere alla pagina).

Potrebbero interessarti

15 Dicembre 2021

Incentivi europei per start-up/PMI: la guida aggiornata a dicembre 2021

Incentivi europei per start-up/PMI: la guida aggiornata a dicembre 2021

8 Dicembre 2021

Incentivi nazionali per start-up: la guida aggiornata a dicembre 2021

Incentivi nazionali per start-up: la guida aggiornata a dicembre 2021

3 Dicembre 2021

Economia circolare: una misura a sostegno della riconversione aziendale

Economia circolare: una misura a sostegno della riconversione aziendale