“Smart&Start Italia”, gli incentivi per sostenere la nascita e la crescita delle start-up innovative

Home Il Blog Diritto commerciale e societario “Smart&Start Italia”, gli incentivi per sostenere la nascita e la crescita delle start-up innovative

“Smart&Start Italia”, gli incentivi per sostenere la nascita e la crescita delle start-up innovative

“Smart&Start Italia”, gli incentivi per sostenere la nascita e la crescita delle start-up innovative

“Smart&Start Italia” è un regime di aiuti diretto a promuovere e sostenere, su tutto il territorio nazionale, una nuova cultura imprenditoriale legata all’economia digitale e alla valorizzazione i risultati della ricerca scientifica e tecnologica.

Viene introdotto dal Ministero per lo Sviluppo Economico con il decreto del 24 settembre 2014 e le relative successive modifiche.

I progetti finanziati dall’incentivo sono compresi tra 100.000 euro e 1,5 milioni di euro. La domanda può essere presentata solo online, sulla piattaforma di Invitalia, dalle startup innovative costituite da non più di 60 mesi e iscritte alla sezione speciale del registro delle imprese.

“Smart&Start Italia”: obiettivi e destinatari dell’incentivo

“Smart&Start Italia” sostiene la nascita e la crescita delle startup innovative ad alto contenuto tecnologico in tutte le regioni italiane.

Gli obiettivi dell’incentivo possono essere riassunti in tre punti chiave:

  • stimolare una nuova cultura imprenditoriale legata all’economia digitale;
  • valorizzare i risultati della ricerca scientifica e tecnologica;
  • incoraggiare il rientro dei «cervelli» dall’estero.  

I progetti che possono essere finanziati devono avere spese tra 100.000 euro e 1,5 milioni di euro.

I destinatari del progetto “Smart& Start Italia” sono:

  • le start-up innovative di piccola dimensione, costituite da non più di 60 mesi;
  • un team di persone fisiche che vuole costituire una start-up innovativa in Italia (anche se residenti all’estero, o in possesso dello “startup Visa”);
  • le imprese straniere che si impegnano a istituire almeno una sede sul territorio italiano.

Come vengono forniti i finanziamenti dell’incentivo “Smart&Start Italia”?

I finanziamenti dell’incentivo “Smart&Start Italia” vengono forniti mediante un finanziamento a tasso zero, senza alcuna garanzia, a copertura dell’80% delle spese ammissibili comprese tra € 100.000 ed € 1,5 milioni, per l’acquisto dei seguenti servizi:

  • beni d’investimento, servizi e spese del personale (es.: impianti, macchinari e attrezzature nuove di fabbrica; componenti hardware e software; brevetti, marchi e licenze; consulenze specialistiche tecnologiche; costi salariali relativi al personale dipendente, investimenti in marketing, ecc.);
  • costi di funzionamento aziendale (es.: materie prime; servizi necessari allo svolgimento delle attività dell’impresa, hosting e housing, godimento beni di terzi).

Inoltre, il progetto imprenditoriale deve possedere almeno una delle seguenti caratteristiche:

  • avere un significativo contenuto tecnologico e innovativo;
  • essere orientato allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, dell’intelligenza artificiale, della blockchain e dell’internet of things;
  • essere finalizzato alla valorizzazione economica dei risultati della ricerca pubblica e privata.

“Smart&Start Italia”: come presentare la domanda?

Le domande per accedere ai finanziamenti previsti dal progetto possono essere inviate esclusivamente online attraverso la piattaforma web di Invitalia dal 20 Gennaio 2020.

Per richiedere le agevolazioni è necessario registrarsi ai servizi online di Invitalia e, una volta registrati, accedere all’area riservata per compilare direttamente online la domanda, caricare il piano d’impresa e gli allegati richiesti.

Per concludere la procedura di presentazione della domanda è necessario disporre di una firma digitale e di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC). Al termine della compilazione verrà assegnato un protocollo elettronico.

Da notare che la persona che può presentare la domanda varia ina base al tipo di società:

  • per le società già costituite: la domanda deve essere presentata dal rappresentante legale della società che la deve firmare digitalmente;
  • per le società non costituite: la domanda deve essere presentata dalla persona fisica referente del progetto che la deve firmare digitalmente. Il referente del progetto deve essere uno dei futuri soci della società.

Non ci sono scadenze né graduatorie, le domande saranno valutate da Invitalia in base all’ordine di arrivo, fino ad esaurimento dei fondi. La valutazione prevede una verifica formale e una valutazione di merito che si conclude in 60 giorni, salvo eventuali richieste di integrazione dei documenti.

Supporto legale per presentare correttamente la domanda

Lo Studio legale Coscia, grazie al proprio team di professionisti specializzati nella consulenza e assistenza alle start-up innovative e alle PMI:

  • una consulenza specifica e completa sui requisiti e modalità di acquisizione dei finanziamenti previsti dal progetto “Smart&Start Italia”, valutando preventivamente la sussistenza dei presupposti necessari per l’accoglimento della domanda;
  • assiste le imprese nella predisposizione della documentazione necessaria e nell’inoltro della stessa mediante la piattaforma online;
  • gestisce la pratica sino alla positiva conclusione della stessa.

Contattateci immediatamente al numero +39 3711453121 o via e-mail all’indirizzo info@studiolegalecoscia.it, per ottenere finanziamenti ad € 1,5 milioni, prima che terminino le risorse a disposizione.

Potrebbero interessarti

22 Agosto 2022

Incentivi nazionali per start-up e PMI: la guida aggiornata ad agosto 2022

Incentivi nazionali per start-up e PMI: la guida aggiornata ad agosto 2022

15 Agosto 2022

Bando “Brevetti + 2022”: incentivi alle imprese per lo sfruttamento economico dei brevetti

Bando “Brevetti + 2022”: incentivi alle imprese per lo sfruttamento economico dei brevetti

8 Agosto 2022

Consorzi per l’internazionalizzazione delle PMI

Consorzi per l’internazionalizzazione delle PMI